Gender Freedom

Marika

Dopo aver deciso d’intraprendere questo percorso, tramite amicizie mi è stato consigliato il Dottor Pagani psicoterapeuta di Lugano, per indentificare il problema molti si affidano al test di Rorschach che purtroppo non ha avuto l’esito positivo riscontrando invece una grave problematica emozionale.

Senza alcun tipo di guida mi sono affidata al mio medico familiare, chiedendo infatti di venire indirizzata presso qualcuno che poteva aiutarmi, ed ho iniziato ad andare dal Dottor Calanchini sempre a Lugano. Anche da lui ho effettuato il famoso test con le immagini con un esito molto simile al precedente, poi mi hanno sottoposta ad un test associativo, in pratica mi dicevano una parola e dovevo dire la prima cosa che mi veniva in mente inerente alla parola. Questo test è stato fatto da uno psicologo conoscente del dottor Calanchini, esperto del tema e della problematica che avevo, l’esito in quel caso era “transessualismo”.

Una volta ottenuto il via libera dallo psicologo mi sono recata presso un endocrinologo dell’Ospedale Italiano che dopo aver fatto molti esami del sangue, non sapeva e non conosceva la metodologia della terapia ormonale nel caso di transessualismo.

Non sapendo dove andare, mi sono rivolta alla dottoressa Laura Armani la quale inizialmente mi ha aiutata moltissimo, sia con la terapia ormonale che con il secondo reperto psicologico (indispensabile per effettuare poi l’operazione finale).

Mi sono rivolta al Servizio Psicosociale Cantonale a Bellinzona dove sono stata seguita per la gran parte del mio percorso, dove tutt’ora vengo supportata anche post operazione dalla fantastica Cristiana Giabardo.

Avendo poi avuto il consenso da parte della cassa malati, mi sono rivolta al dottor Luca Borra per effettuare la mastoplastica additiva, tutto è andato bene tranne che è avvenuto un diverbio tra il mio dottore di chirurgia estetica e la dottoressa Armani, che adirata, non ha voluto più seguirmi nel mio percorso trovandomi nuovamente spaesata.

Grazie al chirurgo che ha preso in mano la situazione, ho conosciuto il dottor Gerber, gentilissimo endocrinologo che mi ha seguita fino all’operazione finale che è avvenuta allo Chuv di Losanna.