Shortbus

Stati Uniti, 2006

Storia

Una coppia di bei giovanotti gay molto innamorati va da una consulente matrimoniale e sessuologa per sapere se fanno bene a diventare coppia aperta. Lei stessa però avrebbe bisogno di un esperto, dato che pur continuamente sbattuta in ogni angolo della casa da un marito per altro insignificante, resta fredda come un baccalà. Ne succedono di ogni colore, compreso un tentato suicidio. Per il resto intreccio di membri di misure encomiabili, cose davanti di dietro su e giù in un allegro locale dove non si fa altro, a suon di musica. Scene divertenti: un giovanotto tipo bambolotto e molto ginnico riesce a farsi da solo una fellatio; una eiaculazione si abbatte su un quadro tipo De Koonig e lo completa artisticamente. (Repubblica)

Cast & curiosità

Ambientato nella contemporanea New York City, è una sensuale esplorazione delle relazioni interpersonali attraverso i generi, la sessualità, l'arte e la musica. Il titolo del film deriva dal nome del locale dove i protagonisti si incontrano per esibirsi in letture, recitazioni e performance sessuali. La storia è ambientata dopo l'11 settembre, in una città ossessionata dal terrorismo, dove vivono una "dominatrice" (Lindsay Beamish) che abita in un piccolo magazzino perchè non può permettersi un appartamento, una terapista del sesso (Sook-Yin Lee) che non riesce ad avere orgasmi e un uomo gay (Paul Dawson) che si sente intrappolato nella sua relazione. I rapporti sessuali rappresentati, masturbazioni comprese, sarebbero reali. Presentato fuoriconcorso al festival di Cannes 2006.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.