Milk

Stati Uniti, 2009

  • Genere: Biografico
  • Durata: 128 min.
  • Premi: Oscar 2009: miglior sceneggiatura, miglior attore protagonista Sean Penn. Svariati altri premi.
  • Tags: aids, diritti, gay

Storia

Scritto da Dustin Lance Black, il film ripercorre gli ultimi 8 anni della vita di Harvey Milk (Penn), primo militante del movimento gay ad essere eletto consigliere comunale della città di San Francisco, assassinato nel 1978 dal rivale politico Dan White (Brolin) che gli sparò all'interno del municipio, colpendo a morte anche il sindaco George Moscone. Hirsh interpreta Cleve Jones, un attivista del movimento gay che lotta per i diritti civili al fianco di Milk, che sarà tra i fondatori del progetto AIDS Memorial Quilt. Franco interpreta Scott Smith, compagno di vita di Milk e suo manager. Milk abita a New York quando compie 40 anni. Convinto di dover dare un senso diverso alla sua vita, decide di trasferirsi col suo compagno Scott Smith (James Franco) a San Francisco, dove insieme aprono un piccolo negozio di fotografia, il Castro Camera, nel cuore di un quartiere popolare che sarebbe presto diventato un punto di riferimento per tutti gli omosessuali d'America. Sostenuto dalla sua adorata comunità di Castro, e da tutta la città, Milk sorprende Scott e se stesso diventando un militante e promotore del cambiamento. Chiede pari diritti e opportunità per tutti, e il grande amore che prova per la città e per la sua gente gli fa guadagnare le simpatie di giovani e aziani, omosessuali e eterosessuali - in un periodo in cui il pregiudizio e la violenza contro i gay sono apertamente accettati e considerati la norma. Con il fondamentale sostegno di Scott e dei nuovi amici e volontari, Milk si getta a capofitto nelle incerte acque della politica. Intanto, fa da mentore a nuovi attivisti determinati a impegnarsi sul campo, come Cleve Jones (Emile Hirsch). Come figura pubblica si impone per la sua brillante ironia, ma anche per le sue iniziative e azioni concrete che lasciano il segno più di tante parole. Ben presto diventa noto anche oltre i confini cittadini, ma la sua ostinata determinazione a entrare nel governo cittadino finisce per allontanarlo da Scott. Durante la sua quarta corsa alla carica di consigliere, Milk inizia una nuova relazione, con Jack Lira (Diego Luna). L'ultima campagna è un successo e, secondo il nuovo ordinamento urbanistico ed elettorale della città, Milk viene eletto consigliere per il 5° Distretto. Oltre a svolgere con passione e diligenza il suo incarico di consigliere, Milk promuove un'ordinanza comunale per difendere i cittadini dal licenziamento per motivi di orientamento sessuale, e si batte contro un referendum statale che chiede il licenziamento degli insegnanti omosessuali e di chi li sostiene: Milk si rende conto di quale pericolo rappresenti questa Proposition 6 per i diritti dei gay. Intanto, le agende politiche di Milk e di un altro consigliere neoeletto, Dan White (Josh Brolin), divergono sempre di più, mentre i loro destini personali convergono tragicamente. Quello di Milk era ed è ancora un programma fondato sulla speranza - una speranza che vive ancora oggi.

Cast & curiosità

- Inizialmente Matt Demon avrebbe dovuto interpretare il ruolo di Dan White, ma ha dovuto rifiutare la parte per impegni sul set di Green Zone (2009) - Migliaia di persone hanno accettato di buon grado di partecipare gratuitamente al film come comparse - Il posto che nel film è il negozio di Milk, "Castro Camera", è realmente il locale dove Milk lavorava. Durante le riprese (metà 2008), era un negozio di articoli da regalo chiamato Given; lo staff del film ha collaborato con il proprietario del negozio per riportare il locale indietro nel tempo e renderlo proprio com'era effettivamente il negozio di macchine fotografiche di Milk, e, una volta finito di girare il film, tutto è stato rimesso a posto come prima. - Durante le riprese della scena al vecchio "Castro Camera", alcuni degli attori hanno affermato di aver visto un uomo entrare e sedersi sul divano. Terminate le riprese nessun altro lo ha confermato e gli attori hanno sostenuto che si trattava del fantasma di Harvey Milk - La Proposition 6 è stata bocciata a causa dell'intervento del precedente Governatore della California, ma non ancora Presidente, Ronald Regan. Regan si è espresso pubblicamente contro l'iniziativa e così anche una grossa fetta dell'opinione pubblica l'ha giudicata negativamente. Questo fatto viene considerato come l'origine del Log Cabin Republicans [un'organizzazione riconosciuta dal Governo degli Stati Uniti di persone che supportano il partito repubblicano e al contempo chiedono che gay e lesbiche abbiano i loro diritti garantiti] - Il regista Gus Van Sant ha portato avanti i progetti per il film su Harvey Milk per più di quindici anni. In questi anni molti attori sono stati tenuti in considerazione per interpretare il ruolo di Harvey Milk, fra cui Robin Williams, Richard Gere, Daniel Day-Lewis e James Woods. - Il veterano ufficiale di polizia e attore Brian Danker, che in questo film fa la sua prima apparizione come personaggio che parla nella scena dell'omicidio, ha effettivamente prestato servizio durante la guerra de Vietnam tra il 1970 e il 1971, nella stessa unità di Dan White - 173esima della flotta aerea - Durante le riprese della scena in cui Charles, il figlio di Dan White, viene battezzato, il vero Charles White era presente sul set. - Il film fa parte della lista di Roger Ebert dei 20 migliori film del 2008 (Ebert non mette in ordine di preferenza le sue liste, preferisce l'ordine alfabetico) - Il film fa parte della lista dell'American Film Institute dei 10 migliori film del 2008 (la lista viene redatta da un gruppo di studenti di cinema, giornalisti e professionisti, fra cui Jeanine Basinger, Mark Harris, Elvis Mitchell, Daniel Petrie Jr., Richard Schickel, Robert Towne e Leonard Maltin) - Il film è in seconda posizione nella lista dei 10 migliori film del 2008 della rivista Entertainment Weekly Magazine di Lisa Schwarzbaum - Il film è in nona posizione nella lista dei 10 migliori film del 2008 della rivista Entertainment Weekly Magazine di Owen Gleiberman - Gli interventi cosmetici (il trucco) di Sean Penn per il film includono una protesi nasale e una dentale, lenti a contatto e un'attaccatura dei capelli modificata. Il trucco è stato curato da Stephan Dupuis, vincitore dell'Academy Award. - L'attore Denis O'Hare, che nel film interpreta il ruolo del Senatore anti-gay John Briggs, è in realtà dichiaratamente omosessuale. - Il vero Cleve Jones ha una breve apparizione straordinaria nel ruolo di Don Amador - SPOILER: alla fine del film, le immagini degli attori nei panni dei personaggi che hanno interpretato vengono sostituite dalle fotografie delle vere persone a cui fanno riferimento. Molte di queste foto sono state scattate da Daniel Nicoletta, che è il fotografo interpretato da Lucas Grabeel nel film.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.